Pamplona: stop alla corsa con i tori!

//Pamplona: stop alla corsa con i tori!

Pamplona: stop alla corsa con i tori!

Atuttacoda dice no alle tradizioni barbare, che si basano su sofferenza e morte degli animali!

ss-100707-pamplona-update-002.ss_fullCosì come in occasione del Festival di Yulin in Cina, Atuttacoda si schiera fermamente contro i festeggiamenti in onore di San Fermìn a Pamplona, in Spagna, attualmente in corso.

Si tratta di celebrazioni della durata di una settimana, la cui attrazione principale sono gli encierros, cioè le corse dei tori nelle vie di Pamplona che avvengono ogni giorno durante tutto il festival e che termina con l’uccisione degli animali.

Gli encierro consistono nel correre davanti a dei tori, aizzati dal colore rosso onnipresente in città e spaventati dalla folla e dalle grida. Inoltre le vie che compongono il percorso sono lastricate, quindi molto scivolose: il che garantisce che a ogni encierro almeno uno dei tori scivoli e cada. Il tutto si conclude una volta arrivati nella plaza de toros, il luogo nel quale si disputano le corride.

Le corride sono un divertimento barbaro di per sé, quando vi si aggiunge anche una corsa a perdifiato, causata dal terrore puro dell’animale, diventa un atto criminale.

Per questa ragione lo staff di Atuttacoda si unisce alle denunce, che aumentano ogni anno, contro questa mattanza.

2017-01-20T15:09:30+00:00