FIABE IN CANILE

//FIABE IN CANILE

FIABE IN CANILE

DI COSA STIAMO PARLANDO?

Fiabe in canile, bimbi che leggono ai cani sotto stress permettendogli di riabituarsi al contatto umano. Ovviamente accade tutto in America, in particolare in Missouri, dove un’associazione animalista ha dato vita ad un progetto molto interessante dedicato alla cura degli animali nei canili. Un’idea che ha trovato subito il consenso della comunità ed in particolare dei bambini.

Sono infatti i bambini, i prescelti per aiutare i cani abbandonati e maltrattati, a riabituarsi al contatto con gli uomini. Per fare ciò, i bambini passano del tempo nei canili tranquillizzando gli animali leggendogli le loro fiabe preferite. Sono già state coinvolte scuole e centri comunitari locali in vista della famosa giornata del Read Across America per dare avvio ad una settimana di incontri tra bimbi e animali nei canili.

Il progetto, secondo l’associazione Humane Society of Missouri, restituirebbe il coraggio e la fiducia agli animali, portandoli ad avere la forza di avvicinarsi al vetro della gabbia ogni volta che un visitatore passa attraverso il centro per l’adozione. Questo è importante perché gli animali che si avvicinano alla parte frontale della gabbia per salutare i potenziali padroni vengono adottati molto più rapidamente rispetto a quelli che restano rannicchiati al loro posto.

I bambini vengono istruiti attraverso una sessione di allenamento con genitori ed esperti, in seguito alla quale possono presentarsi in canile per leggere una fiaba agli animali, in modo da incoraggiarli a socializzare di più.

L’idea è nata nel 2015, quando sono stati portati in canile alcuni cani portati in salvo da situazione di abuso e maltrattamento che mostravano segni di stress nel momento in cui si avvicinavano i visitatori per adottarli.

Abbiamo deciso di provare a parlargli e a leggere qualcosa attraverso la gabbia perché era un’attività che forniva loro la compagnia senza l’interazione fisica diretta; hanno spiegato i promotori del progetto, i quali, entusiasti per la riuscita della loro impresa, hanno deciso di coinvolgere anche i bambini.

2017-03-17T09:24:40+00:00