EnglishItalian

Il Dobermann

//Il Dobermann

Il Dobermann

La creazione di una razza

Il Dobermann deve il suo nome al celebre allevatore Friedrich Louis Dobermann che tra il 1850 al 1870 ad Apolda nell’attuale Turingia in Germania, selezionò accuratamente la razza. Secondo la tradizione, Dobermann era tra le altre cose, un esattore d’imposte, gestore di un mattatoio e impiegato municipale legalmente autorizzato alla cattura dei cani randagi, tutti lavori pericolosi, soprattutto in quei tempi. Tra gli esemplari che sceglieva, per il suo allevamento, i più gettonati erano i soggetti particolarmente mordaci.

Cominciò anche a frequentare mostre canine dove venivano esposti animali selezionati per le loro qualità migliori (velocità, caccia, guardia), e decise così di concentrarsi su una razza nella quale spiccassero qualità, come il coraggio, la forza e l’amore incondizionato e al limite del morboso verso il padrone. Creò così un cane che, nel momento del bisogno, fosse capace di trasformarsi nel miglior difensore che si possa desiderare al proprio fianco.

Tra le razze selezionate per arrivare al Dobermann, troviamo i cani da macellaio, progenitore dell’attuale Rottweiler, il Pinscher, per l’esattezza una femmina fuori taglia chiamata in un primo momento bismarck e poi cambiata in bismart per evitare di offendere il cancelliere Otto von Bismarck; vennero poi introdotti lo Stoppelhopser, antenato dell’attuale Pastore Tedesco, oggi completamente estinto, il Levriero Greyhound, il Beauceron, il Manchester black and tan terrier, l’Alano blu ed il Bracco di Weimar.

È con questi incroci che Dobermann ha allevato i suoi cani, ottenendo “la sua razza”, un cane non solo vigile, ma anche da fattoria, capace di proteggere casa e beni, particolarmente risoluto nei confronti dell’uomo. Da quando è stata selezionata, la razza del Dobermann è stata spesso impiegata come cani poliziotto, cani da caccia per combattere i predatori; durante la prima guerra mondiale, vennero impiegati nell’esercito tedesco per portare ordini al fronte, ricercare feriti e dispersi e per fare la guardia a prigionieri o depositi. Oggi è spesso impiegato come cane da ricerca e soccorso e da svariati eserciti come cane da difesa o da ricerca di stupefacenti ed esplosivi. Negli USA viene usato dai Marines.

La razza Dobermann venne ufficialmente riconosciuta solo nel 1898, ben quattro anni dopo la morte del suo creatore. Il merito maggiore dell’istituzione di un libro genealogico sulla razza va ad Otto Göller, giudice nelle esposizioni tedesche, amico di Karl Friedrich ed allevatore e studioso della stessa.

Contrariamente a come viene spesso descritto, si presenta come una razza pacifica e socievole, ma suscettibile, infatti non attacca mai per primo. Affettuoso, attento, curioso e molto coraggioso. Presenta un ottimo livello di addestrabilità, è legatissimo alla famiglia nella quale vive, necessita di un costante contatto con il suo padrone che venera e difende fino alla morte. Dimostra grande delicatezza, premura ed attenzione verso i bambini; è un ottimo compagno di giochi, sempre allegro, molto paziente e tollerante, è ovvio che sia i bambini che il cane andranno educati al rispetto reciproco  e tendenzialmente mai lasciati da soli. Una buona socializzazione ed un proprietario dal comportamento coerente, che sappia impartire una ferma educazione, danno la possibilità di godere di un Amico a quattro zampe dalle qualità e dall’intelligenza sicuramente fuori dal comune.

Al Dobermann, come ad altre razze, la tradizione cinofila richiedeva tristemente che venissero amputate le orecchie e la coda. Le amputazioni venivano fatte per tre motivi: l’estetica, sembravano più aggressivi; funzionale, si eliminavano i punti che potevano essere utilizzati per bloccare i suoi attacchi; il dobermann “integro” è soggetto più spesso ad otiti, e la coda si può facilmente rompere, in quanto è sottile e poco protetta dal pelo. La pratica, fortunatamente è al giorno d’oggi proibita in diverse nazioni europee e preclude l’accesso alle principali mostre canine.

2017-04-29T11:41:39+00:00