Home / AtuttoCANE / Curiosità / CONOSCIAMO MEGLIO IL … ROTTWEILER

CONOSCIAMO MEGLIO IL … ROTTWEILER

Rottweiler, un cane massiccio e forte che spesso il luogo comune vuole pericoloso, in particolare per i bambini che rischia di mordere con gravi conseguenze. Ma al di là di quello si dice, anche il Rottweiler può essere un buon cane di compagnia per la famiglia. Conosciamo allora meglio le sue caratteristiche e come prendercene cura.

Le origini

Il Rottweiler è una delle razze canine più antiche. La sua origine risale ai tempi dei Romani. Era allora un cane da guardia e da pastore. Scortò le legioni romane quando queste varcarono le Alpi, proteggendo gli uomini e guidando il bestiame. Quando le legioni si stanziarono nella regione di Rottweiler, questi cani si trovarono in contatto con i cani indigeni e si ebbero degli incroci fra le due varietà. I compiti principali del Rottweiler restarono la guardia e la conduzione delle grandi greggi, come pure la difesa del padrone e dei suoi beni. L’antica città imperiale di Rottweiler finì per lasciargli il suo nome: cane da macellaio di Rottweiler. I macellai allevavano questi cani unicamente in funzione delle loro prestazioni come cani d’utilità. Si sviluppò così, lungo gli anni, una razza decisamente eccezionale di cani da guardia e da gregge, utilizzata anche come animale da tiro. Quando , all’inizio del XX° secolo la polizia ebbe bisogno di cani di servizio, si provò anche il Rottweiler e si vide che era un cane perfettamente adatto ai compiti d’un cane di polizia. Fu ufficialmente riconosciuto come tale nel 1920. L’allevamento del Rottweiler è orientato verso un cane traboccante di energia, nero, dalle focature ben delimitate, il cui aspetto generale massiccio non ne alteri in alcun modo la distinzione e che si presti in modo del tutto speciale all’utilizzo come cane da compagnia, di servizio e di utilità.

Aspetto Generale

Il Rottweiler è un cane robusto dalla media alla grande taglia, né pesante, né leggero, né alto sugli arti, né levrettato. Di proporzioni armoniose, il suo aspetto tarchiato e vigoroso lascia indovinare forza, elasticità e resistenza. La lunghezza del tronco, misurata dalla punta della spalla alla punta della natica non deve superare l’altezza al garrese che del 15% al massimo. Il manto è nero con focature ben delineate e di color marrone. Si possono trovare su occhi, muso, collo, petto, parte interna degli arti e alla base della coda. Il pelo è di lunghezza media, fitto e duro ed è dotato anche di sottopelo.

Il carattere del Rottweiler

Un Rottweiler ben curato e amato socializza fin da subito con altri cani e persone di ogni età. D’umore amabile e calmo, ama i bambini; è molto affezionato, obbediente, docile e lavora con piacere. Il suo aspetto manifesta una naturale robustezza. È sicuro di sé, gode di un equilibrio nervoso perfetto ed è difficile impressionarlo. Reagisce molto attentamente a ciò che lo circonda.

Rottweiler, come si cura

Il Rottweiler è un cane che ha bisogno di avere spesso la compagnia e le attenzioni del proprietario. Si adatta alla vita in casa a patto che venga portato fuori per le sue passeggiate 2 o meglio 3 volte al giorno in cui ha l’occasione non solo di correre e giocare ma anche di socializzare.

Ricordate di spazzolare il vostro Rottweiler un paio di volte a settimana e di verificare che non vi sia presenza di pulci o zecche (a questo proposito fate tutte le profilassi che vi consiglia il veterinario).

L’alimentazione poi deve essere equilibrata per fare in modo di evitare che il cane abbia tutti i nutrienti utili al suo sviluppo e benessere ma anche per evitare che ingrassi troppo e possa soffrire di obesità. Fatevi consigliare dal vostro veterinario di fiducia.