Home / Horse & Co / EL REY IL CAVALLO DELLA DISCORDIA

EL REY IL CAVALLO DELLA DISCORDIA

E’stato annunciato come il cavallo “che il mondo stava aspettando”. Così bello, dicono i suoi proprietari, da essere “vicino alla perfezione”. Lasciamo a voi il giudizio su El Rey, un puledro di razza araba nato alle Orrion Farms a Ellensburg, nello stato di Washington. I suoi lineamenti forse potrebbero ispirare i disegnatori della Disney o della Dreamwork. Il piccolo El Rey, di poco più di nove mesi, mostra infatti una conformazione cranica davvero singolare, con una linea nasale estremamente concava tipica della razza araba, ma in questo caso talmente accentuata da essere considerata “preoccupante”, da diversi veterinari mondiali che hanno visto le immagini dell’animale.

Il Veterinary Record, associazione dei veterinari britannici, parla di “sviluppo preoccupante” e suppone che quel cranio deformato “potrebbe potenzialmente causare importanti difficoltà respiratorie all’animale”. In sostanza per i veterinari l'”allevamento estremo” e la ricerca di perfezione nella razza stanno spingendo alla nascita di cavalli che “potrebbero soffrire problemi di salute”. Qui è d’obbligo porsi la domanda ma fino a dove vuole spingersi l’uomo nel modificare la natura credendo di perfezionarla?
In ogni caso come sempre, se da una parte giungono critiche a pioggia, dall’altra i proprietari di El Rey rifiutano le polemiche e sottolineano come le persone che operano nel mondo dei cavalli “apprezzino questa razza” e che El Rey, dai veterinari del centro americano, è stato valutato “in ottime condizioni di salute“. Per la Orrion Farms El Rey è un cavallo che vale già “milioni di dollari” almeno così sostiene Doug Leadley, gestore e consulente dell’allevamento Orrion: “E’ davvero a un passo dall’avvicinarsi alla perfezione. E’ di una bellezza incantata ed è già richiestissimo“.
Forse dovremmo domandarci cosa serve veramente al miglioramento delle razze equine e non solo…magari un minor intervento dell’uomo.