Home / AtuttaNews / CONGEDO RETRIBUITO PER PRENDERTI CURA DEL TUO AMICO A QUATTRO ZAMPE. L’ITALIA PIONIERA

CONGEDO RETRIBUITO PER PRENDERTI CURA DEL TUO AMICO A QUATTRO ZAMPE. L’ITALIA PIONIERA

Sta facendo notizia la decisione di diverse aziende americane di concedere un congedo retribuito ai dipendenti che decidono di adottare un animale domestico.
La Pawternity Law, questo il nome dell’iniziativa, è un chiaro segnale di come ormai gli animali domestici vengano considerati parti integranti e componenti effettivi dei nuclei familiari.

E per una volta in Italia non arriviamo in ritardo, anzi: il nostro paese si può infatti considerare precursore di questa iniziativa, come dimostra la storia di una dipendente pubblica che, sostenuta dalla LAV (Lega Anti Vivisezione), ha chiesto ed ottenuto il riconoscimento di un congedo retribuito per due giorni di assenza, necessari per occuparsi del suo cane malato. Una storia che ha avuto un eco importante a livello internazionale, fino ad arrivare oltreoceano, soprattutto a New York.

Queste storie non sono altro che le conseguenze di una sempre più marcata sensibilizzazione verso il mondo animale: ormai in Italia oltre il 33% dei cittadini (al 2016) vive con un animale domestico, e le spese medie per le loro cure, i loro bisogni sono in netto aumento, e si percepisce un sempre maggiore interesse verso tutto ciò che riguarda legislazioni e diritti a loro favore, e servizi ad essi dedicati, siano cure veterinarie o accessi ai luoghi pubblici.

Come afferma il Presidente LAV Gianluca Felicetti, “ci troviamo di fronte a fatti, tendenze che si strutturano sul lungo periodo e che indicano un’evoluzione in positivo delle nostre società, non a semplici mode […], negare questo significa negare il diritto di milioni di cittadini che hanno accolto un animale nella propria famiglia, e i diritti degli animali stessi che non possono e non devono essere considerati oggetti, ma esseri senzienti cui spetta una vita dignitosa e cure adeguate, a partire dalla quotidianità familiare“.