Home / Le storie / Storie di vita vera / CON GINGER IN GIRO PER IL MONDO

CON GINGER IN GIRO PER IL MONDO

Sara Ortin Leon era ancora una studentessa universitaria quando nel 2015 decise di partire da Barcellona per andare in Zambia e raccogliere informazioni sugli scimpanzè per il suo progetto di tesi.
Non aveva idea che proprio quel viaggio le avrebbe regalato una nuova compagna di vita.Nel rifugio in cui ha alloggiato durante il suo soggiorno in Africa c’erano anche dei cani, e tra questi, Ginger: tra le due è subito scoccata la scintilla, anche perché ricordava molto a Sara uno dei cani che aveva a casa sua, a Barcellona.
In un attimo sono diventate inseparabili, e Ginger si è subito affezionata alla sua nuova amica.

Poi però Sara ha dovuto fare ritorno in Spagna, e pur con il cuore spezzato non se l’è sentita di portare Ginger con sè, essendo Barcellona un posto molto diverso dallo Zambia e temendo quindi che la cagnolina avrebbe potuto soffrire il grande cambiamento.

Il distacco, per fortuna, è durato meno del previsto, perché appena Sara ha concluso la sua tesi non ha perso tempo ed è subito tornata in Africa per riabbracciare la sua amica a quattro zampe.
Ad accoglierla, però, una brutta sorpresa: la struttura ospitava ormai troppi cani, e Ginger era quindi stata “trasferita” come cane da guardia in una miniera. Sara si è quindi recata alla miniera con la scusa di portare cibo per il cane, e senza pensarci questa volta se l’è portata via con sè.
Da qui è cominciata per loro una grande avventura, perché hanno iniziato a viaggiare in giro per il mondo, fianco a fianco.

Ben conscia dell’odio diffuso (e immotivato) in Africa nei confronti dei cani, Sara ha deciso di girare per le scuole locali portando Ginger con sè, con l’obiettivo di far capire ai bambini che i cani non sono cattivi, e anzi meritano invece tutto l’amore del mondo.