Home / Atuttacoda Wild / UNO SQUALO (QUASI) VEGETARIANO

UNO SQUALO (QUASI) VEGETARIANO

Gli squali sono notoriamente conosciuti come feroci e letali predatori…e se vi dicessimo che ce ne sono alcuni che invece sono addirittura (quasi) vegetariani?

Stiamo parlando dello squalo martello dal berretto, un esemplare diffuso soprattutto lungo le coste americane, della lunghezza di 1 metro circa.
Questo squalo è solito nuotare in acque basse, spesso frequentate anche dall’uomo, e ha dimostrato di non disdegnare una dieta vegetariana tra un pesciolino e un gamberetto.

Le prime ipotesi a riguardo risalgono al 2007, quando un team di ricercatori scoprì all’interno della pancia di uno squalo i resti di una pianta acquatica, meglio nota come posidonia.
Recentemente, una ricercatrice dell’University of California ha deciso di approfondire la scoperta e cercare di dare così una spiegazione scientifica al curioso “mistero“.
Per farlo ha organizzato un esperimento: alcuni squali martello dal berretto sono stati messi in una vasca esterna con acqua salata e nutriti per tre settimane, per tre volte al giorno, secondo una dieta composta al 90% da posidonia e al 10% da calamari. Al termine delle tre settimane, i risultati hanno mostrato come gli squali avessero tutti guadagnato peso, digerendo e utilizzando come fonti energetiche almeno la metà delle erbe ingerite.

Rivelazioni sicuramente interessanti, ancora di più se si considera che l’intestino di questi squali risulta “corto” (proprio come quello dei cugini squali martello), e quindi in teoria non adatto ad una dieta erbivora che invece richiederebbe un intestino più allungato: il motivo, come ipotizzato, probabilmente è da attribuire a batteri intestinali, specializzati nella digestione di piante e alghe, che quindi si prenderebbero carico della digestione per conto degli squali che li ospitano.