Home / Penne senza inchiostro / RAPACI PIROMANI

RAPACI PIROMANI

In Australia è stato scoperto come alcuni rapaci siano in grado di utilizzare il fuoco a loro vantaggio per cacciare.
Non sarebbe quindi solo prerogativa dell’uomo la capacità di controllare il fuoco e appiccare incendi, ma anche di alcuni uccelli; nello specifico, sono almeno tre le specie identificate: il falco bruno, il nibbio bruno e il nibbio fischiatore.La tattica utilizzata è quella di raccogliere bastoncini dai roghi che si formano spesso in quelle zone aride e depositarli altrove, così da alimentare nuovi focolai.
L’obiettivo: stanare i piccoli animali di cui si nutrono, che per non rimanere affumicati sono costretti ad uscire allo scoperto, per facilitare le operazioni di caccia.
La loro azione si concentrerebbe in particolare in quei luoghi in cui sono presenti ostacoli che possono arginare le fiamme e quindi annullare il loro “piano di caccia“, come ad esempio una strada.Un comportamento quindi decisamente intenzionale e ben studiato, che ha spinto diversi ricercatori a pensare di organizzare alcuni esperimenti (ovviamente in condizioni controllate) per verificare se e quanto questa tecnica sia diffusa anche fuori dall’Australia (come è probabile) e quanti esemplari diversi siano in grado di padroneggiarla.

Quelle che fino a poco tempo fa erano archiviate come leggende aborigene si sono dimostrate veritiere grazie ad uno studio condotto dal 2011 al 2017 e pubblicato sul Journal of Ethnobiology, a cui si affiancano ben 20 testimonianze oculari raccolte dall’ornitologo Bob Gosford insieme ad altri suoi colleghi.