Home / AtuttaNews / VIA LIBERA AI CANI GUIDA SULLE SCALE MOBILI

VIA LIBERA AI CANI GUIDA SULLE SCALE MOBILI

Anni fa Belluno finì al centro delle polemiche per aver proibito ad alcuni non vedenti di utilizzare le scale mobili accompagnati dal proprio cane guida.

La vicenda ha avuto inizio nel 2013, quando ad un cieco fu negato l’accesso alla scale mobile che conduce al centro storico poiché una legge lo vietava.
Il caso diventò di portata nazionale, ma nonostante questo nulla è cambiato, fino a pochi giorni fa.

Il Ministero delle infrastrutture infatti, dopo quasi 5 anni ha finalmente risolto la questione, autorizzando l’accesso alle strutture ai cani guida e rispettivi padroni ponendo come condizione necessaria che il cane abbia svolto un addestramento specifico presso una scuola certificata e che sia assicurato per danni a sè e a terzi.

Con grande sollievo per il sindaco Jacopo Massaro, che ha dato pubblicamente la notizia facendo apporre alle scale mobili degli appositi cartelli per spiegare la modifica alla normativa, valida in tutta la penisola.

Lo stesso sindaco ha dichiarato che «quando un addetto alla infrastruttura bloccò un cieco perché il cane non poteva usare la scala  esplose un caso nazionale con tanto di riflettori mediatici dai quali il comportamento della nostra amministrazione non era uscito con una buona immagine. A poco valse spiegare che c’era una legge che lo vietava, dato soprattutto il rischio per l’animale di finire con una zampa schiacciata fra le parti in movimento della scala».