Home / Penne senza inchiostro / “LIFE-SOTTO LE ALI DEL GRIFONE”: LA SARDEGNA IN PRIMA LINEA PER LA CONSERVAZIONE DELLA SPECIE

“LIFE-SOTTO LE ALI DEL GRIFONE”: LA SARDEGNA IN PRIMA LINEA PER LA CONSERVAZIONE DELLA SPECIE

La Sardegna è scesa in prima linea per la salvaguardia dei grifoni, lanciando un progetto denominato “Life-sotto le ali del grifone” che coinvolge l’Università di Sassari, il Comune di Bosa, l’Assessorato della Difesa dell’Ambiente, il Corpo Forestale, e l’agenzia Forestas.
Protagonisti dell’iniziativa due grifoni, un maschio e una femmina di 8 mesi circa, cresciuti in cattività presso lo Zoo Artis di Amsterdam.

I due esemplari, trasferiti dall’Olanda ad Alghero, saranno inizialmente ospitati presso il Centro di recupero gestito dalla Forestas, per poi essere inviati nella voliera per il pre-ambientamento situata presso la foresta demaniale Le Prigionette di Porto Conte.
Dopodiché saranno equipaggiati con un trasmettitore gps, cosicché lo zoo olandese possa continuare a seguirne gli spostamenti sull’isola e studiarne l’ambientamento.

La Sardegna è ormai da qualche tempo impegnata nella conservazione di questa specie, come dimostra l’attivazione nel 2016 di diversi carnai aziendali (prima volta assoluta sul territorio nazionale) per l’alimentazione di grifoni e uccelli necrofagi; inoltre, la stessa isola può anche vantarsi di essere stata la prima in Italia ad attivarsi in base ai regolamenti comunitari per lo smaltimento delle carcasse animali.

Un impegno concreto a difesa di una specie specie protetta e preziosa come questa.