Home / AtuttoCANE / Cura e benessere / CONOSCERE LE MALATTIE CANINE PER PROTEGGERE IL NOSTRO AMICO A QUATTRO ZAMPE

CONOSCERE LE MALATTIE CANINE PER PROTEGGERE IL NOSTRO AMICO A QUATTRO ZAMPE

La salute dei nostri cani è ciò che più ci sta a cuore, ed è importante essere in grado di prestare sempre la massima attenzione ad ogni possibile sintomo o segnale.

Per farlo, però, è necessario essere preparati, e conoscere quelle che possono essere le malattie più diffuse tra i nostri amici a quattro zampe.

Innanzitutto, i cani possono contrarre malattie di diverso tipo e che possono colpirlo e destabilizzarlo in modi e in zone differenti…ad esempio malattie intestinali, o provocate da vettori, causate da batteri o virus, o ancora malattie di tipo tiroideo!

Scopriamo di più:

  • Malattie intestinali
    Tra le malattie intestinali più diffuse, c’è sicuramente la Giardiasi.
    Viene causata dalla Giardia, un parassita che si trasmette soprattutto attraverso le feci (o anche in stato di cisti presenti in acque contaminate, come possono essere stagni o sorgenti di acqua non potabile) e che va ad insediarsi nell’intestino dell’animale.
    I luoghi più a rischio sono giardini e parchi, in cui il cane può facilmente entrare in contatto con escrementi o con pozze di acqua contaminata.
    Un’infezione che è in aumento nel nostro paese, soprattutto a causa della grande importazione di cuccioli che arrivano spesso ammalati e già portatori di diverse parassitosi.
    Bisogna prestarvi attenzione, anche perché possiamo esserne contagiati anche noi umani.
  • Malattie da vettori
    Sono diverse, tra queste la più comune è probabilmente la Leishmaniosi.
    Si tratta di una malattia infettiva, contagiosa e soprattutto cronica, che provoca al cane danni progressivi, causata da un parassita conosciuto come Leishmania Infantum.
    Viene trasmessa dai pappataci, dei piccolissimi insetti, attraverso punture.
    Assolutamente da non sottovalutare per la sua gravità, e sono quindi super consigliati controlli accurati dal proprio veterinario di fiducia per verificare con un veloce prelievo di sangue se l’infezione è stata contratta o meno.
    Anch’essa si può trasmettere all’uomo, motivo in più per stare ancora più attenti.
  • Malattie causate da batteri e/o virus
    La rabbia è forse la più conosciuta, ma attenzione alla Leptospirosi.
    Questa malattia è particolarmente grave per il nostro amico, e se non presa in tempo può anche essere fatale.
    La causa è rappresentata dal batterio Leptospirosi Interrogans, e la trasmissione può avvenire indistintamente in modo diretto (a contatto con urina infetta, sangue, o per via trasnplacentare) o indiretto (attraverso lettiere, cibo, terreno, acqua).
    L’ambiente ideale per la diffusione del batterio è l’acqua calda e stagnante, mentre al contrario un ambiente freddo intorno agli 0° lo mette fuori gioco.
    Potendo trasmettersi soprattutto attraverso ferite cutanee o abrasioni, i cani più a rischio sono quelli più giovani e quelli da caccia, proprio perché rischiano più degli altri di ferirsi giocando o cacciando.
  • Malattie tiroidee
    L‘ipotiroidismo, diffuso tra noi umani, può colpire anche i cani.
    È una malattia ormonale molto comune, in particolare tra i cani adulti o anziani, e si manifesta quando la ghiandola tiroide rallenta la sua attività riducendo la quantità di ormoni prodotti, causata spesso da un’infiammazione.
    I sintomi possono essere ad esempio un’eccessiva inattività, un aumento di peso o una perdita di pelo (o altre alterazioni dermatologiche).
    L’ipotiroidismo può riscontrarsi in cani di ogni razza e ogni sesso indistintamente, ma esistono comunque razze con una maggiore predisposizione a contrarla.