Home / Le storie / Storie di vita vera / LE ORIGINI DI FIDIPU

LE ORIGINI DI FIDIPU

Oramai è statistica…spendo più di sabbietta che di crocchi.
Significa che Fidipu fa i bisogni grossi più di quanto mangi, il che è un controsenso metabolico.
Anche Bogdhana, la donna delle pulizie rumena è perplessa, ma di lei vi parlerò un’ altra volta.
Attratto da questo mistero, ho iniziato ad indagare.
La leggenda vuole che tutti i gatti discendano dalla felis libica.
Fidipu no.
Dopo accurate indagini paleozoologiche…ho dedotto che lui discende da uno strano incrocio tra un maialosauro ed un cinghiodonte.
Nel giurassico, si sa, non andavano molto per il sottile in quanto ad accoppiamenti.
Dal primo ha preso la voracità e la propensione per la pulizia, dal secondo il carattere affabile e la delicatezza di movenze, specie tra i soprammobili.
Nacque così il Fidipuraptor, di cui non vi è menzione nei testi a causa della rapidissima estinzione.
Pare che l’ unico discendente rimasto sia appunto il mio gatto.
Ma…quali furono le cause che portarono all’estinzione il Fidipuraptor ?
Già era un animale strano, va detto, ma il mistero venne risolto grazie all’esame del contenuto gastrico effettuato su di un fidipuraptor mummificato ritrovato in siberia in un gigantesco deposito di sepiolite, indovinate perché.
Nello stomaco vi era…nulla !
Difatti il fidipuraptor era un predatore notturno, ma…aveva paura del buio.
Capite anche voi che sbattimento provasse.
Di giorno stava nella tana, ma siccome soffriva di claustrofobia…non c’ era verso di dormire.
Era anche un animale mooolto sospettoso.
Non mangiava prede morte per il timore che fossero morte di malattia, e non mangiava prede vive per paura che fossero malate.
Esistevano femmine di fidipuraptor, ma siccome il rituale di accoppiamento prevedeva che qualcuno gli presentasse la femmina, un po’ perché il maschio era un filino debilitato dalla dieta, un po’ perché lei aveva sempre mal di testa…questo splendido animale si estinse.
Sono tuttavia in corso ulteriori studi, dei quali vi farò sapere.Alex Giordana