Home / AtuttoCANE / LA RICERCA DELLA FELICITÀ

LA RICERCA DELLA FELICITÀ

Oggi piove ed io sono a casa a scrivere il mio secondo libro!
La musica in sottofondo, la stufa accesa e i cani accanto a me… non c’è cosa che più mi rilassa.
In una pausa che mi sono preso ho guardato la mia pagina Facebook e ho avuto uno scambio di opinioni con una persona riguardo addestramento ed educazione.Ora non voglio fartela lunga ma quello che voglio spiegarti è il perché creare empatia, per me, è la cosa più importante rispetto ad addestrare.E’ un concetto molto profondo che non si basa solo sugli esercizi, ma sulla comprensione e sulla conoscenza del cane.Quante volte si frequentano centri cinofili o altre amanti dei cani e si fa a gara a chi ha il cane più educato, ubbidiente o ben addestrato a fare una determinata azione.
Vedi, il cane per sua natura ti seguirà anche se lo picchi e se lo tratti male, anche se gli fai fare cose che a lui non piacciono, anche se magari fa fatica a farle… piuttosto di deluderti lui si impegnerà fino a perdere la vita, se necessario.
Piuttosto di vederti infelice lui va contro la sua natura.

E tu questo non lo vedi perché sei preso dalla voglia di raggiungere i tuoi obiettivi.
Sei preso dal tuo ego e perdi di vista quelle che sono le vere esigenze di un cane, e di conseguenza anche quella che è la sua felicità.
Io non mi stancherò mai di dirlo, e anche se ora sono solo in questa battaglia, tra qualche tempo saremo in molti di più.
Io ho passato periodi di me..a dove ero solo, dove per svariati motivi mi ero chiuso nel mio dolore e silenzio, tuttavia loro erano lì accanto a me. Anche se non li addestravo, anche se sbagliavo, anche se stare con me faceva davvero schifo in quel momento… e questo capiterà ancora altre volte, perché quello che la società ci ha insegnato è essere negativi e chiudersi in se stessi.

Il cane questo non lo fa, non lo fa perché non vive facendosi mille castelli mentali, non vive pensando “mi capiterà questo o quell’altro“, vive facendo quello che si sente di fare, rispettando le decisioni di chi ha di fronte e  che gli comunica nel modo corretto le sue intenzioni.

Io so che queste sono parole difficili da comprendere, ma so anche che con il tempo e insistendo su questo concetto ci saranno molte più persone che preferiranno avere un cane felice di esprimere il proprio carattere accettando anche i suoi lati meno belli ( ovviamente cercando di smussarli un pochino) e dandogli la possibilità di essere nostri partner e non nostri schiavi.

Se credi anche tu che il cane non è solo obbedienza e che è molto di più di esercizi ricompensati con cibo, clicker o punizioni, allora sei sulla strada giusta per rendere davvero felice il tuo cane.

Il tuo aiuto mi farebbe davvero piacere, e se ti va puoi condividere queste righe, quello che è il mio pensiero, e farmi sapere anche cosa ne pensi tu!

Se invece non condividi lo posso capire e non mi arrabbio, ma sappi che da me non imparerai mai ad avere un soldato o un cane da circo.

Grazie davvero di Cuore.

Alla Vostra Felicità

Christian