Home / Penne senza inchiostro / I RITUALI DI CORTEGGIAMENTO PIÙ GETTONATI TRA I VOLATILI

I RITUALI DI CORTEGGIAMENTO PIÙ GETTONATI TRA I VOLATILI

In natura ogni specie animale ha dei precisi e particolari rituali di corteggiamento, e gli uccelli (che siano selvatici o da cortile) non fanno ovviamente eccezione.

È possibile osservare diverse specie di volatili cimentarsi in comportamenti che ad uno sguardo superficiale possono sembrare buffi, come ad esempio cantare, danzare in modo strano o sfoggiare il proprio piumaggio, ma che hanno tutti un preciso significato e hanno tutti una certa importanza nella composizione del rituale: possono infatti indicare un buono stato di salute, un ottimo patrimonio genetico, spiccate doti nel procurare il cibo, ecc….in sostanza, si vuole impressionare la femmina e convincerla di essere quelli giusti per la riproduzione e anche per la sopravvivenza della specie!

IL CANTO

Canti o richiami sonori rappresentano una delle primissime fasi del corteggiamento, e possono indicare maturità e disponibilità all’accoppiamento in base alla varietà dei suoni utilizzati e alla complessità della melodia riprodotta. I maschi li praticano per una duplice ragione: da un lato per attirare le femmine, dall’altro per segnare il territorio e mandare così un segnale agli altri maschi della sua specie.  L’esempio più comune e immediato è sicuramente il gallo e il suo famoso canto: forse non tutti sanno che viene usato dall’animale per reclutare pollastrelle nel suo harem…altro che sveglia mattutina!
Le cicogne invece sono tra quegli esemplari che invece puntano su altri tipi di suoni, nello specifico sui rumori provocati sbattendo il becco.

LA DANZA

Non è raro che per avere successo nel corteggiamento alcuni maschi puntino su balli e piccole coreografie per impressionare la femmina. Dietro quelli che ai più potranno sembrare movimenti bizzarri e fatti a caso, si nasconde una precisa tecnica di esecuzione: sbagliare un solo movimento può voler dire fallire il corteggiamento, senza una seconda chance.  In questo caso l’esempio principale sono gli uccelli del paradiso (tipici dell’Australia e della Nuova Guinea), che danno vita a vere e proprie perfomance a 360° da veri showmen, con esibizioni di ballo accompagnate da particolari giochi di piume e colori. Altro esempio, più vicino a noi, è il gallo cedrone, che è solito esibirsi in una marcia trionfale a testa alta e petto in fuori che si accompagna a bassi suoni gutturali.

IL PIUMAGGIO

Fare sfoggio del proprio piumaggio infine è una potente arma di seduzione nelle mani dei maschi, che possono contare su una livrea molto più accesa e colorata rispetto all’altro sesso. Le differenze del piumaggio da maschio a maschio possono inoltre fare la differenza nella scelta finale della femmina di fronte a numerose esibizioni vanitose a cui le tocca assistere. L’esempio più famoso è sicuramente il pavone con la sua ruota, ma si tratta di una tecnica molto in voga anche tra i fagiani, le anatre e ancora i galli.