Home / AtuttaNews / INAUGURATA UNA STATUA PER SNOOPY, IL CANE UCCISO “PERCHÉ ABBAIAVA TROPPO”

INAUGURATA UNA STATUA PER SNOOPY, IL CANE UCCISO “PERCHÉ ABBAIAVA TROPPO”

Molti ricorderanno con tristezza e rabbia la storia di Snoopy, il cane ucciso a Livorno il 4 agosto del 2015, mentre era sul suo terrazzo, da un uomo che dichiarò poi di aver sparato con un’arma a pallini in direzione del cane solo per farlo smettere di abbaiare. Un pallino però  ha colpito l’animale, ferendolo mortalmente perforandogli un’arteria.

L’uomo, un 37enne livornese, fu poi condannato a lavori di utilità sociale per 8 mesi, una pena che è stata giudicata da molti (animalisti in testa) decisamente troppo mite.

Ma ora si può dire finalmente che qualcosa di buono è rimasto di questa storia, perché è stata recentemente inaugurata (sempre a Livorno) una statua proprio in onore di Snoopy.
Il monumento raffigura il cane con una coperta in bocca, riprendendo una sua fotografia che esprime tutta la spontaneità e dolcezza del quattro zampe, ed è stata posizionata in uno dei parchi pubblici più frequentati e conosciuti della città, Villa Fabbricotti.

Intervistata dal Tirreno, la “zia” di Snoopy Arianna Lucisano ha spiegato: “abbiamo scelto questo parco perché il nostro desiderio è che, alla vista della statua, ai bambini venga raccontata la storia terribile di Snoopy, così da educarli e sensibilizzarli fin da piccoli al rispetto di ogni forma di vita. Un monito per le generazioni future, visto che le leggi non rendono giustizia a questo tipo di drammi, proviamo almeno a lasciare un segno che dovrà, con l’aiuto di tutti, essere recepito da coloro che saranno gli adulti di domani“.

Alla base della statua è stata incisa una frase di Publio Ovidio Nasone, che si spera possa far riflettere molti, grandi e piccoli.
La crudeltà verso gli animali è tirocinio della crudeltà contro gli uomini“.

Foto: iltelegrafolivorno.it