Home / AtuttoFURETTO / DECIFRIAMO INSIEME I COMPORTAMENTI DEI FURETTI (PARTE 7)

DECIFRIAMO INSIEME I COMPORTAMENTI DEI FURETTI (PARTE 7)

Siamo giunti alla fine di questo divertente ed interessante viaggio in compagnia di Furettomania ONLUS, che ci ha condotto alla scoperta dei comportamenti più strani dei furetti.
Abbiamo conosciuto i segreti della loro danza della gioia e della danza di guerra, scoperto il perché della coda a scovolino, abbiamo finalmente dato un nome al loro verso (l’ormai celebre pot pot) e una ragione alla loro ossessione per il furto, abbiamo capito perché si grattano così spesso, e ancora tanti tanti altri.
50 sfumature di furetto, parafrasando un ormai famoso film.

Per questo settimo e ultimo appuntamento ve ne proponiamo 2 per chiudere in bellezza, non meno divertenti di tutti gli altri!


SONNO PROFONDO

I furetti dormono tantissimo e molto profondamente: non è raro che non si risveglino neppure quando li scuotete o li prendete in braccio! A volte dormono anche con gli occhi semi-aperti, tanto da sembrare svenuti, in coma. E’ capitato che qualcuno si spaventasse e li portasse dal veterinario temendo il peggio, per poi ritrovarsi in ambulatorio un puzzolo sbadigliante e con aria stupita!!! Approfittate di questo comportamento per facilitarvi le operazioni di toelettatura più fastidiose (taglio unghie, pulizia orecchie…). Allo stesso tempo, fate attenzione ai posti in cui il vostro furetto sceglie di addormentarsi profondamente: potreste schiacciarlo sedendovi sul divano o sdraiandovi a letto… O rischiate di metterlo in lavatrice se si è appisolato in mezzo ai panni da lavare!

“FURETTO PIATTO ”
Quasi tutti i furetti ogni tanto si spiaciccano per terra, a mo’ di frittella, di solito proprio di fronte a voi. Può volervi dire: ”guardami, sono piccolo e nero…Ti prego, prendimi…Come fai a resistere?”. Ignoratelo… E ve lo troverete a saltellarvi fra le gambe, mordendovi i piedi per attirare la vostra attenzione. Oppure può voler dire “Sono invisibile, non mi trovi!!!”, di solito proprio un attimo prima di un assalto a qualcosa o qualcuno (e potresti essere proprio tu!). E’ difficile capire la differenza… Se ignorate un furetto che chiede attenzione, ci resta male… Ma se raccogliete un furetto in pre-agguato, potreste rovinargli il gioco…
A volte, durante i primi approcci tra furetti che non si conoscono (per esempio durante gli inserimenti), un furetto particolarmente ben disposto verso l’altro (che magari è sulla difensiva) può “affrittellarsi” per dimostrare di non avere intenzioni bellicose; è una mimica sottile, ben giostrata… Ed un esempio di comunicazione che vi lascerà senza fiato.
La posizione piatta, soprattutto d’estate o dopo attività faticose, può anche essere segno di stanchezza od un tentativo per rinfrescarsi sul pavimento: se il furetto passa appiattito molto più tempo del solito, meglio fare un giro dal veterinario per un controllo!

 

E’ chiaro che queste poche righe non possono catalogare gli infiniti modi e comportamenti dei furetti…E del resto che gusto ci sarebbe se non ci stupissero ogni giorno?

 

 

Si ringrazia per il supporto l’associazione Furettomania Onlus nella redazione di questa rubrica – Learn more www.furettomania.it