Home / AtuttoCANE / Cura e benessere / CANI SOTTO STRESS: QUALI CAUSE E QUALI SINTOMI?

CANI SOTTO STRESS: QUALI CAUSE E QUALI SINTOMI?

Stress: risposta fisiologica dell’organismo ad alcune condizioni variabili di tipo sia fisico che sociale dell’ambiente“.
Ne soffriamo tutti, chi più chi meno, e anche i nostri amici a quattro zampe non fanno eccezione.
Anzi, a quanto pare la maggior parte dei cani è stressata, ma noi spesso non ce ne accorgiamo.
Perché? Semplice, non si conoscono o non si presta la giusta attenzione a determinati segnali e sintomi che il nostro cane manifesta.

Le cause di una condizione di stress possono essere molte, e tutte diverse tra loro.
Ad esempio:- Un nuovo ambiente influisce sulla serenità dell’animale, specie se con un carattere spiccatamente timido e timoroso. Può essere deleterio per la sua tranquillità stravolgere la normale routine, per questo è opportuno apportare qualsiasi cambiamento in maniera graduale e con le tempistiche adeguate: questo vale ovviamente non solo per la propria abitazione, ma anche per situazioni in cui si vuole introdurre il nostro cane a nuove persone e/o in altri locali.
Rumori e suoni eccessivamente rumorosi (siano essi fuochi d’artificio, urla improvvise, o anche solo l’aspirapolvere) possono causare nel cane uno stato di forte agitazione e conseguente stress: per cercare di calmarlo stategli vicino, tranquillizzandolo e giocando con lui per distrarlo.
– Viaggiare sui mezzi di trasporto è un momento delicato, che se non affrontato correttamente può essere un’altra causa di agitazione e stress: è vero che molti cani amano viaggiare con i propri padroni, ma esiste la possibilità che alcuni possano vivere questa esperienza come un’imposizione. Come per l’introduzione ad un nuovo ambiente, anche nell’approccio ai mezzi di trasporto il contatto deve essere il più graduale possibile(ad esempio in metropolitana, inizialmente è consigliato fare solo un paio di fermate per non agitarlo troppo)
– Un trauma può essere la più naturale causa di stress; Può essere il risultato di un incidente, un’operazione, una malattia, o un maltrattamento che possono segnare l’animale profondamente.
– Invadere il suo spazio personale, specie in modo improvviso e caotico, è decisamente un rischio: forse non tutti lo sanno, ma i cani in genere non vanno granché d’accordo con gli abbracci. Li vivono come delle imposizioni e limitazioni dei propri movimenti, li percepiscono semplicemente come attenzioni non richieste ed è quindi meglio non abusare di queste dimostrazioni d’affetto.

Per accorgersi che il nostro cane sta patendo una condizione di stress è necessario conoscere quelli che possono essere i potenziali sintomi.
Certi sintomi, però, possono anche essere sovrapponibili ad altre patologie: per questa ragione è importante non essere troppo precipitosi nelle conclusioni, e prima di poter parlare di stress bisognerà valutare ed escludere le possibili patologie legate ai sintomi in questione.
Necessario mantenere sempre un certo equilibrio nelle valutazioni, senza sottovalutare certi segnali e al tempo stesso senza allarmarsi al minimo indizio.

Tra i diversi sintomi di stress possiamo osservare ad esempio:
nervosismo e irrequietezza
sguardo sbarrato e spaventato
respiro affannoso
perdita di controllo sulla vescica e sull’intestino
vomito o diarrea
labbra tese all’indietro, leccate compulsivamente con la lingua
muscolatura tesa e rigida
-aumento della forfora e della caduta di pelo
stereotipie, come girare in tondo in modo ossessivo
rifiuto di cibo e acqua
piagnucolii

Per poter confermare la presenza di una condizione di stress, bisogna osservare la frequenza con cui questi sintomi si verificano, perché un cane stressato tende a manifestarli con una certa continuità e non sporadicamente.

Una volta constatato lo stress, la prima cosa da fare è capire la causa, che potremmo anche essere noi stessi.
Dopodiché il secondo step consisterà nel rivolgersi al proprio veterinario di fiducia, che saprà affiancarvi per cercare di risolvere il problema, con l’aiuto di un veterinario comportamentalista.