Home / AtuttoGATTO / Curiosità / I GATTI E GLI ODORI: QUALI SONO SULLA LORO LISTA NERA?

I GATTI E GLI ODORI: QUALI SONO SULLA LORO LISTA NERA?

Anche se a vedere le dimensioni del nasino non si direbbe, i gatti hanno un sistema olfattivo molto sviluppato, addirittura 14 volte più potente rispetto al nostro, che si estende in tutta la testa.

Da qui è facile dedurre come siano estremamente sensibili agli odori, e col tempo hanno sviluppato particolari preferenze…che in molti casi sono decisamente diverse dalle nostre!

Certo, non tutti i gatti amano e odiano gli stessi odori, poiché come accade anche per noi esistono sempre le eccezioni! Ma in generale, quali sono gli odori che la maggior parte dei gatti proprio non sopporta?

Ne abbiamo scelti 5, alcuni più comuni, altri più curiosi:

  1. Agrumi
    Che siano limoni, arance, mandarini non fa differenza. I gatti l’odore degli agrumi proprio non lo sopportano (e il sapore ancora meno), ed è questo il motivo per cui, se si vuole evitare che i gatti vadano o facciano danni in determinate zone della casa, il consiglio è quello di usarli come repellenti: basterà spruzzare appositi prodotti contenenti specifiche essenze o anche solo spargere qualche buccia, e come per magia il vaso saccheggiato continuamente diventerà improvvisamente l’oggetto meno attraente del mondo.
  2. Prodotti per la pulizia
    I gatti non vanno assolutamente d’accordo con i prodotti di pulizia, come saponi o deodoranti ma anche detersivi e simili. Il che potrebbe anche essere visto come una piccola contraddizione, data la loro grande e rinomata  ossessione per la pulizia; ma come ormai ben sappiamo, i gatti si puliscono bene da soli, vivono l’atto della pulizia in maniera estremamente intima e non hanno affatto bisogno di “aiuti esterni”.
    Detto questo, sono i forti odori chimici caratteristici di questi prodotti a risultare praticamente insopportabili per l’olfatto felino….fate quindi molta attenzione quando scegliete i prodotti per pulire la casa, ma soprattutto la sua lettiera! (pena possibili antipatici bisognini “a sorpresa” in luoghi poco adatti).
  3. Spezie
    Il capitolo spezie è un po’ più controverso, perché sembra che alcuni gatti vadano matti addirittura per il peperoncino. Ma può capitare che altri percepiscano come tossici alcuni odori di cibi troppo speziati, magari contenenti pepe o curry. Mangiare cibo indiano potrebbe essere quindi una buona mossa per evitare che il vostro micio venga a curiosare nel vostro piatto.
  4. Timo
    I gatti in generale adorano moltissime piante (di alcune di esse abbiamo parlato in questo articolo), ma come si dice, meglio “non fare di tutta l’erba un fascio”. Esistono infatti anche piante il cui odore alla maggior parte dei gatti proprio non piace. Il Timo è tra queste, e pensare di piantarne una nel vostro giardino potrebbe evitare che il micio lo scambi per un parco giochi.
  5. Altri gatti (in giro per casa)
    Ebbene sì, potrebbe sembrare strano, ma a quanto pare già solo l’odore di un nuovo gatto a “casa sua” può essere motivo di forte irritazione per il vostro felino: il motivo, manco a dirlo, è legato alla sua celeberrima, spiccata territorialità.