Home / AtuttoGATTO / Curiosità / PERCHÉ I GATTI FISSANO IL VUOTO?

PERCHÉ I GATTI FISSANO IL VUOTO?

I gatti sono sempre pieni di sorprese. Quando pensiamo di conoscere (quasi) tutto su di loro, ecco che ci stupiscono con l’ennesimo comportamento curioso e buffo.

Ad esempio, a chi non è mai capitato di imbattersi nel proprio gatto, intento a fissare (almeno apparentemente) il vuoto, magari con la coda impazzita o le pupille dilatate?

Ma soprattutto, perché lo fa?

Per rispondere a questa domanda non è possibile fare affidamento sulla scienza (almeno non per ora), e l’unica opzione è basarsi perlopiù su ipotesi, teorie, credenze e leggende metropolitane, alcune più verosimili altre decisamente meno, ma tutte che contribuiscono a mantenere quell’alone di magico mistero che avvolge tutto il mondo dei gatti.

In realtà molto spesso non fissano propriamente il vuoto, ma sono attratti da qualcosa di ben preciso, che grazie all’estrema sensibilità della loro vista riescono a scorgere quando nessun altro ne è in grado.

Quindi, quali sono le possibili spiegazioni a questo comportamento?

1) Un’ipotesi tra le più credibili è legata all’istinto predatorio insito nella natura felina: il gatto fisserebbe il vuoto per studiare il territorio e prepararsi a sferrare un attacco alla preda di turno…che potrebbe essere anche un microscopico insetto impercettibile alla nostra vista! Ma potrebbe anche mettere in atto, sempre per il suo istinto, una vera e propria simulazione di caccia per “tenersi allenato“, puntando qualcosa anche di immaginario per poi lanciarsi in uno slancio apparentemente inspiegabile.

2) Altra teoria con una certa credibilità è legata alla semplice voglia di riposarsi. Fermarsi a fissare il vuoto potrebbe essere un suo modo per “staccare la spina” e ricaricare le energie, per poi ripartire con le sue attività quotidiane. Insomma, una sorta di momento di meditazione tutto loro!

3) Una terza possibilità riguarda la capacità insita nei suoi baffi di percepire campi magnetici e addensamenti di cariche elettrostatiche nell’ambiente circostante, che lo porterebbe a fermarsi per individuarle.

4) La quarta e ultima ipotesi è sicuramente la più suggestiva, nonché la meno verosimile da un punto di vista scientifico: la capacità di vedere i fantasmi. Una leggenda metropolitana che trova credito nella credenza che i gatti siano animali dotati di poteri magici (argomento di cui abbiamo parlato in questo articolo) e secondo la quale i nostri mici sarebbero in grado di percepire la presenza di fantasmi nella stanza e rimanerne quasi paralizzati e ipnotizzati.

Insomma, questo è solo uno dei tanti comportamenti curiosi dei gatti, su cui spesso ci interroghiamo cercando una spiegazione…che non sempre esiste. E forse è anche questo che ci porta ad amarli così tanto!