Home / AtuttaNews / WALMART BREVETTA DRONI-APE PER CONTRASTARE LA SCOMPARSA DELLE API (VERE)

WALMART BREVETTA DRONI-APE PER CONTRASTARE LA SCOMPARSA DELLE API (VERE)

Le api sono sempre meno. In particolare le api mellifere, ovvero quelle che trasportano il polline consentendo la riproduzione di gimnosperme e angiosperme, da cui deriva quasi un terzo del cibo presente sulle nostre tavole, stanno scomparendo velocemente a causa di un fenomeno noto come sindrome dello spopolamento degli alveari, che sta rappresentando un grande problema per le coltivazioni e il settore agricolo in generale in tutto il mondo.

Walmart, fra i più importanti nomi della grande distribuzione in America nel settore della vendita al dettaglio, sembra stia guardando al mercato agricolo e, forse per preservare il suo nuovo potenziale settore di vendita, ha presentato un brevetto per api robotizzate autonome, che potrebbero porre fine – o quantomeno limitare – il problema della sindrome dello spopolamento.

I droni progettati da Walmart sarebbero in grado di trasportare il polline da una pianta all’altra, grazie a sensori e telecamere, sostituendosi in tutto e per tutto alle api vere.

Quella dei droni-ape non è però una novità assoluta: già nel 2013 un gruppo di ricercatori di Harvard ha dato vita al primo esemplare di RoboBee, che inizialmente era soltanto in grado di volare ma che è progredito molto negli anni arrivando ad oggi a riuscire anche a nuotare in acqua e ad appoggiarsi su diversi tipi di superfici.
Ma a differenza dei droni di Harvard, i droni brevettati da Walmart possono essere controllati a distanza e possono individuare automaticamente il polline, risultando quindi potenzialmente molto più adatti per risolvere i problemi a cui il mondo agricolo (e non solo) deve fare fronte in modo sempre più pressante.