Home / AtuttaNews / CANI AL MARE NEI LIDI VENEZIANI: SOLO IN UNA SPIAGGIA POTRANNO FARE IL BAGNO

CANI AL MARE NEI LIDI VENEZIANI: SOLO IN UNA SPIAGGIA POTRANNO FARE IL BAGNO

Già tempo di pensare alle vacanze?

Se avete uno o più cani e avevate in mente di trascorrere le ferie sul litorale veneto (senza ovviamente separarvi dai vostri amici a quattro zampe), allora è bene che sappiate che i posti gratuiti accessibili si potranno contare sulle dita di una mano…e neanche completa.
Anche per la stagione estiva che si appresta a cominciare infatti, l’amministrazione comunale ha confermato che saranno solo 4 le cosiddette “Pet’s beach area, ovvero le spiagge libere attrezzate in cui i cani sono i benvenuti nella zona dell’arenile di Cavallino-Treporti, tra Venezia e Jesolo: Punta Sabbioni, Ca’ Savio, Ca’ Ballarin e Cavallino-Ca’ di Valle, tutte facilmente riconoscibili da paletti e corde che le delimitano.
Ma, come annunciato dalla Guardia Costiera della zona e dal comando della Polizia Locale, “solo in una spiaggia di queste, quella di Punta Sabbioni con frontemare di 80 metri, sarà possibile permettere il bagno in mare contemporaneamente a un massimo di cinque amici a quattro zampe con un conduttore che li sorveglia, perché è l’unica dotata di uno specchio acqueo a loro dedicato“.

In tutte le altre i cani potranno giocare sulla sabbia ma senza potersi avvicinare all’acqua, pena una multa decisamente salata, 206€.
Inoltre l’accesso non sarà garantito a tutti, e si dovranno rispettare diverse regole: potranno infatti accedere alle aree “dog-friendly” solo i cani registrati all’anagrafe canina, in regola con le varie vaccinazioni e trattamenti anti-parassitari. Per tutti gli altri, No Entry.
Una volta ottenuto l’accesso, essi dovranno essere tenuti costantemente al guinzaglio (che non dovrà essere più lungo di un metro e mezzo), non potranno salire sulle dune nè giocare vicino ai cordoni che delimitano la spiaggia (da cui dovranno essere tenuti lontani almeno 10 metri), saranno vietati latrati prolungati e comportamenti troppo vivaci, pena l’immediato allontanamento, e saranno ovviamente obbligatori ombrelloni o tende per proteggere gli animali dal sole (in particolare dalle 10 alle 18) e scorte idriche adeguate in caso di assenza di acqua corrente.

Da questo divieto di balneazione saranno invece esclusi i cani regolarmente impiegati nei servizi di salvataggio, i cani guida per non vedenti e i cani di piccola taglia impiegati nella pet-therapy (con relativo certificato medico).