Home / AtuttaNews / INVASIONI “HITCHCOCKIANE” DI VOLATILI IN SARDEGNA: CI PENSANO I FALCHI AD ALLONTANARLI

INVASIONI “HITCHCOCKIANE” DI VOLATILI IN SARDEGNA: CI PENSANO I FALCHI AD ALLONTANARLI

Volatili di ogni tipo, in determinati periodi dell’anno, diventano un vero e proprio incubo per gli abitanti della Sardegna, invadendo scuole, ospedali, case di riposo, abitazioni, fabbriche, capannoni e campi coltivati…in luoghi pubblici come in luoghi privati, in città come in campagna, si può dire che “nessuno è al sicuro“.

Questa invasione però, come facilmente intuibile, può comportare problemi e fastidi, ma soprattutto  rischi per l’uomo, specialmente a livello igienico-sanitario (considerando che, ad esempio, i piccioni non sono proprio famosi per essere animali pulitissimi…e va da sè che immaginarsi uno stormo di piccioni che bazzica per ospedali o scuole non è proprio il massimo della salute).

E allora, come risolvere la situazione?
Semplice, ci pensano i falchi.

È questa la proposta, poi accolta dalla Giunta Regionale, dell’assessora della Difesa dell’ambiente Donatella Spano: “Abbiamo deciso di regolamentare, secondo precise linee guida e nel rispetto delle norme sul benessere animale, l’utilizzo dei rapaci per allontanare altri volatili per i possibili rischi sanitari, come i sindaci segnalano con sempre maggiore frequenza. In alcuni periodi dell’anno risulta infatti eccessiva la presenza dell’avifauna che popola i nostri centri urbani in prossimità di luoghi sensibili come ospedali, scuole e case di riposo“.