Home / AtuttoGATTO / Curiosità / LA SVOLTA DI SCOTLAND YARD SUL MISTERO DEL “KILLER DEI GATTI”

LA SVOLTA DI SCOTLAND YARD SUL MISTERO DEL “KILLER DEI GATTI”

Finalmente è stata fatta chiarezza su un presunto killer di felini a piede libero per la capitale inglese a cui la polizia dava la caccia da ormai 3 anni.

Dal 2015 infatti sono state innumerevoli le segnalazioni di gatti trovati senza vita e mutilati che sono finite sulle scrivanie della centrale di Scotland Yard. Un mistero che si faceva via via sempre più spaventoso, tanto da arrivare a scatenare quasi una psicosi collettiva tra i possessori di animali domestici, alimentata dai media che già ipotizzavano con toni preoccupanti e allarmistici la pericolosa presenza di un vero e proprio serial killer di gatti.

Ma dopo anni di terrore, finalmente il mistero pare aver trovato risposta: come riferito dalla polizia infatti, sono stati svolti esami specifici sui corpi di 25 gatti trovati morti e mutilati e…colpo di scena! La causa della morte non è attribuibile a traumi da corpo affilato, e inoltre “non ci sono testimoni nè prove che indicano il coinvolgimento umano“.

Cosa significa?
Che questi poveri animali sono morti dopo essere stati investiti, e in seguito mutilati da animali selvatici, come ad esempio le volpi.

I londinesi possono quindi stare tranquilli, nessun pazzo serial killer di animali è a piede libero per le strade, ma quei poveri gattini sono soltanto (purtroppo) rimasti vittime di una tragica fatalità.